Author Archives: giulio

eventi e mostre

MIA PHOTO FAIR 2019
Tre locali più servizi
Presente con la galleria SGallery Milano
THE MALL – Porta Nuova Milano
22-25 marzo 2019

fotofever – PHOTOGRAPHY ART FAIR
Il silenzio della parola, il rumore della carta _ Rusticus
Presente con la galleria SPAZIOFARINI6 Milano
Carrousel du Louvre – Paris
8-11 novembre 2018
WOPART- Fiera del Disegno, delle Opere su Carta e Fotografia
Vivi ritirato e nella quiete e sii selvaggio _ Cours progressif de paysage
Presente con la galleria SPAZIOFARINI6 Milano
Lugano – Centro Esposizioni
9-12 marzo 2018
MIA PHOTO FAIR 2018
TRILOGIA
Memoria Fugiens _ Il silenzio della parola, il rumore della carta _ Rusticus

Presente con la galleria SPAZIOFARINI6 Milano – THE MALL
9-12 marzo 2018
Il silenzio della parola, il rumore della carta
Opera Finalista 7a Edizione Premio BNL Gruppo BNP PARIBAS 2018
Wopart Fiera del Disegno, delle Opere su Carta e Fotografia
Il silenzio della parola, il rumore della carta
Lugano – Centro Esposizioni
14/17 settembre 2017
CODICE MIA – Milan Photo Fair 2017
Lettura portfolio
con:
Giovanni Cotroneo – collezionista
Evan Mirapaul – curatore
Roberto Spada – collezionista di arte contemporanea
Natalina e Pierluigi Remotti – collezionisti
Milano – Hotel Westin Palace – Piazza della Repubblica, 20
11 marzo 2017
House Gallery Andrea Albanese
Coesistenze Pacifiche
Varese
25 – 27 novembre 2016
Galleria Expowall
Vivi ritirato e nella quiete e sii selvaggio _ Cours progressif de paysage
Territori Innevati _ Coesistenze Pacifiche
Milano
17 – 24 novembre 2016
Teatro Franco Parenti -Foyer Alto- BOOKCITY
Il silenzio della parola, il rumore della carta _ Coesistenze Pacifiche

Milano
17 – 20 novembre 2016
Galleria d’Arte ORLER
Vivi ritirato e nella quiete e sii selvaggio _ Cours progressif de paysage
Territori Innevati _ Coesistenze Pacifiche
Punta Ala – Castiglione della Pescaia –Gr-
17 luglio – 31 agosto 2016
Colorno Photo Life2015
Coesistenze Pacifiche
Colorno (Parma) presso L’Aranciaia
6-22 novembre 2015
GB Gallery
La parete d’Autore
Alchimia Popolare – Leggende della Terra di Maremma e Sopra le Profondità
collettiva
Genova
24 settembre 2015
Cassero Senese
Utopolis – utopie, sogni e desideri per la Maremma di domani
Alchimia Popolare – Leggende della Terra di Maremma
Grosseto
12 settembre – 20 ottobre 2015
Verdecoprente – Residenze in Festival
proiezione del progetto:
Bisogna avere un caos dentro di sé per generare una stella danzante
Giove (Terni) ex chiesa S. Giovanni
28 agosto 2015
Galleria Arti in Corso
Discorso sull’amore
giorno 16 febbraio, anno 1985
Magliano in Toscana
18-29 luglio 2015
MIA – Milan Image Art Fair 2015
Fiera d’Arte dedicata alla Fotografia e al Video

Coesistenze Pacifiche  Territori Innevati
fotografia
Milano, THE MALL – PORTA NUOVA – Piazza Lina Bo Bardi, 1
11-13 aprile 2015
CODICE MIA – Milan Image Art Fair 2015
lettura portfolio con:
Katy Barron – curatrice e art advisor
Paolo Brodbeck  – collezionista
Thierry Cattoir – branding architect
Claudio Palmigiano – avvocato con specializzazioni in diritto dell’arte
Milano – Piazza Alvar Aalto
11 aprile 2015
ARTE FIERA
Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
Alchimia Popolare (leggende della terra di Maremma)  Territori Innevati  Rusticus
fotografia
Bologna – Bologna Fiere
23-26 gennaio 2015
Sala Comunale di Porta San Martino
Alchimia popolare – immagini e leggende della terra di Maremma
fotografia
Magliano in Toscana (GR)
22-24 agosto 2014
Galleria MADE FOUR ART
…nell’aria e nelle cose
fotografia
Via Voghera, 14 – ingresso Via Cerano – Milano
29 maggio – 7 giugno 2014

Press Giulio Cerocchi

MIA – Milan Image Art Fair
Fiera d’Arte dedicata alla Fotografia e al Video
alchimia popolare (leggende della terra di Maremma) – cours progressif de paysage
fotografia
Milano, Via Tortona 27 (Superstudio) 23/25 maggio 2014
Palazzo Mediceo di Seravezza
ESSERE (e) MISTERO
collagraph – collettiva
Palazzo Mediceo di Seravezza (Lucca)
3 maggio – 15 giugno 2014
Galleria SpazioFarini6
AND THEY CALL IT WINTER – Territori Innevati
fotografia – mostra collettiva
Milano, Via Farini,6 1 dicembre 2013 – 2 febbraio 2014
Photolux Festival 2013 Lucca
lettura portfolio con: Silvia Omedes – Fondatrice e direttrice della fondazione Photographic Social Vision e Claudio Composti – Direttore artistico della mc2gallery di Milano
Lucca 23 novembre 2013
PhotographersDays
lettura portfolio con: Enrico Stefanelli di PhotoLux, Walter Liva di Spilimbergo Fotografia, Miha Colner del Ljubljana Festival
Roma 26/27 ottobre 2013
Proposta MIA – Milan Image Art Fair
Fiera d’Arte dedicata alla Fotografia e al Video

vivi ritirato e nella quiete e sii selvaggio – cours progressif de paysage
fotografia
Milano, Via Tortona 27 (Superstudio) 10/12 maggio 2013
ART Caffé Letterario
in assenza di rumore
fotografia – collettiva
Roma 3 novembre 2012
Galleria Arti in Corso
Intangible – omaggio a Renée Vivien

progetto fotografico di Adriana Aromolo e Giulio Cerocchi – personale
performance di ContemporaryHipHopDance con Laura Bambi
e intervento sonoro di Federico Carra.
Magliano in Toscana (Grosseto) 21/31 luglio 2012
Festival Fotografia Europea 2012
lettura Portfolio con: Nina Kassianou, Vaclav Macek e Fulvio Merlak
Reggio Emilia 13 maggio 2012
Lucca Photo Fest 2011
Lettura Portfolio con: Sandra Benvenuti, Franco Donaggio, Mariateresa Cerretelli e Manuela De Leonardis
Lucca 27 novembre 2011
Galleria Arti in corso
L’eleganza dei sogni

fotografia – Personale
Magliano in Toscana (Grosseto) 30 luglio–12 agosto 2011
Fiera d’Arte – Forte dei Marmi
ArteForte
collagraph – collettiva
Forte dei Marmi (Lucca) 22/26 luglio 2010
Palazzo Vecchio
Il grande ascoltatore
collagraph – collettiva
Palazzo Vecchio – Bagnacavallo (Ravenna) 15/30 maggio 2010
Business Design Center
LaDolceVita
fotografia – collettiva
London 11/14 marzo 2010
Galleria18
Il grande ascoltatore
collagraph – collettiva
Bologna 9/20 gennaio 2010
Chiostro di San Paolo
Symbolica
collagraph – collettiva
Ferrara 5/13 settembre 2009
Galleria Rosso Cinabro
Dualismo
collagraph – collettiva
Palombara Sabina (Roma) 10/11 gennaio 2009
Palazzo Medici Riccardi
Scatti divini
fotografia – collettiva
Firenze 27 aprile 2006

biografia

giulio cerocchi

Nella cultura e nell’ambiente fotografico milanese degli anni settanta/ottanta Giulio Cerocchi trova spazio per poter esprimere in modo personale e originale il proprio bagaglio di conoscenze e di creatività.
I rudimenti della sua professione vengono consolidati da incontri con personaggi del giornalismo milanese (La Notte), di riviste alternative (Re Nudo, Il Male) e del settore Assessorato Cultura e Spettacolo del Comune di Milano (Teatro dell’Elfo, Piccolo Teatro, Teatro di Lindsay Kemp, Maurice Bejart Ballet).
Affronta altre esperienze più specifiche collocandosi come freelance nell’editoria moda (settore Pelletteria) giungendo alcuni anni dopo alla creazione di un proprio spazio lavorativo.
In questo periodo raggiunge la maturità professionale collaborando con le più note riviste italiane di moda (Amica, Grazia, Vogue Pelle, Mipel, Bazaar Italia, Idea Pelle, Impuls Germania) e con agenzie pubblicitarie nella realizzazione di campagne nazionali e internazionali per nomi come Pollini, Ciesse Piumini, Juventus Moda, Seteria Ratti, Pelliccerie Solleciti, Monrif, Mont Blanc, Raffaella Curriel.
Momenti di vero divertimento sono le collaborazioni per diversi anni con il Gruppo Ottanta (creatori e animatori di pupazzi come Five, Four, Uan per le reti Mediaset) per cui ha contribuito anche nella creazione di set di animazione.
Approdato in terra di Maremma alla fine degli anni ’90, inseguendo una nuova forma di creatività, si distacca materialmente dall’ambiente fotografico milanese per poi, dopo una disavventura che pregiudica il suo nuovo progetto di vita, riscoprire la sua antica matrice d’artista carica di nuovi stimoli e emozioni suscitati dalla dura bellezza della terra Maremmana.
In una prima fase le sue opere sono ispirate dalle culture popolari e dalle atmosfere misteriche della natura. Lavori che si realizzano in elaborazioni grafiche-fotografiche e collagraph grazie alle nuove tecnologie digitali. Attualmente la sua ricerca, che privilegia aspetti intimi, riflessivi e originali, è rivolta alla bidimensionalità e tridimensionalità utilizzando materiali vari, come ferro, mattoni, legno e oggetti inseriti nelle fotografie, creando così una suggestiva contaminazione.

Presentazione
Giulio Cerocchi
Ibrido Quotidiano
scarica il pdf

In the 70’s/80’s cultural and photographic environment Giulio Cerocchi finds his personal and original way to express his own creativity and knowledge.
His professional experience is enriched by the meetings with the Milanese world of journalism (La Notte), the alternative magazines (Re Nudo, Il Male) and also the world of theater for the Assessorato Cultura e Spettacolo di Milano (Teatro dell’Elfo, Piccolo Teatro, Maurice Bejart Ballet, Teatro di Lindsay Kemp).
As a freelancer he faces other more specific experiences in the world of fashion publishing (leather goods) until, few years later, he reaches his own personal and creative working space.
This is the period of his professional maturity when he starts his collaboration with the most famous Italian fashion magazines (Amica, Grazia, Vogue Pelle, Mipel, Bazaar Italia, Idea Pelle, Impuls Germania) and with advertising agencies for national and international campaigns : Pollini, Ciesse Piumini, Juventus, Moda, Seteria Ratti, Mont Blanc, Monrif, Pelliccerie Solleciti, Raffaella Curiel.
For several years he also gives his collaboration and contribution to the realization of the animation settings with Gruppo Ottanta ( inventors and animators of puppets like Five, Four and Uan for Mediaset T.V. ).
Then, in the 90’s he leaves Milano to pursue a new creative project, other than photography, and moves to Maremma (Tuscany). Unfortunately the project doesn’t give the expected results, so Giulio Cerocchi goes back to his first love – photography-.
The land of Maremma enhances Giulio’s creativity offering new stimula and emotions with his harsh beauty.
In a first phase, his works are inspired by folklore and by mysterious natural atmospheres.
The works are photographic – graphic elaborations and collagraphs, created thanks to new digital technologies.
His research favors intimate and reflective aspects, and at the moment it explores bi- and three-dimension, using different materials such as iron, wood, bricks and solid objects inserted in the photographs, thus creating evocative contaminations.