nuove identità

anno 2011 – 80x30cm – EDIZIONE 1/5

Nel rovistare negli immensi bauli di un mio vecchio “prozio”, affettuosamente chiamato zio Achille (1893-1963), ho fatto delle meravigliose scoperte.
Una di queste è stata quella di scovare, con mia grande meraviglia ed entusiasmo, un archivio fotografico composto da circa seicento lastre in vetro e circa duecento in acetato formato 9×12.All’interno di questo archivio vi è una serie di lastre che ritrae donne dell’epoca, donne di ogni estrazione sociale, dalle così dette “servette” alle nobildonne –parliamo degli anni che vanno all’incirca dal 1920 al 1930-.
L’idea è stata quella di accostare gli abiti indossati e indossabili da queste donne, trasportandole in un viaggio temporale ai giorni nostri e immaginarle con questi nuovi indumenti.
Volevo che tutto ciò fosse un divertissement per cui ho utilizzato le figurine dei vestiti che si potevano ritagliare dalle pagine di qualche album.
Attraverso una lettura delle immagini era mia intenzione rasentare anche concettualmente una sorta di ricerca sociale in merito al costume e agli ambienti di due periodi così diversi, mettendone in evidenza i cambiamenti culturali.

L’immagine fotografica è di Achille Viglezzi (1893-1963) – stampa da lastra fotografica su vetro 9×12.

Vai alla galleria fotografica