coesistenze pacifiche

anno 2015 – 65x40cm – stampa mattone 22x6cm – 9 immagini – EDIZIONE 1/3

Percorrendo via Luigi Mancinelli – una delle tante vie di Milano, zona Lambrate, un quartiere periferico della città – mi sono imbattuto in un muro di cinta del deposito tranviario ATM. Una parete lunghissima dove, a intervalli regolari, sono dislocate delle guide per le affissioni pubblicitarie in lamiera zincata logorate dal tempo. La maggior parte dei manifesti affissi riguardavano le problematiche sociali e le contraddizioni della grande città: adozioni, scioperi, violenza sulle donne, alloggi popolari.
L’intonaco del muro di cinta in alcuni punti era completamente scrostato e i mattoni a vista rendevano ancora più triste e desolante la situazione.
L’idea per creare le Coesistenze pacifiche è stata quella di inserire, incollandolo sulla stampa, un mattone vero che sporgesse da quello fotografato, dando tridimensionalità all’opera.
Il mattone vero e quello fotografato sono in proporzione fra loro, questo per dare equilibrio alla lettura dell’immagine e un senso reale al contesto materico.
In seguito, sul mattone sporgente ho incollato la foto di un paesaggio rasserenante e confortante per cercare di restituire dignità al luogo nel quale prima della cementificazione, sicuramente, esistevano campi coltivati e paesaggi simili all’immagine raffigurata sul mattone.
La cornice che racchiude l’opera è volutamente costruita con lamiera zincata per richiamare quella dei cartelloni pubblicitari.

Vai alla galleria fotografica